FAQ

Quale è il valore del SWR che hai misurato?

Verifica se si tratta di un valore superiore a quello del nostro catalogo per questo prodotto. La maggior parte delle nostre antenne ha un VSWR di 1,2: 1 o 1,3: 1 su una larghezza di banda specifica. Le prestazioni delle antenne con un VSWR maggiore di 1,5: 1 potrebbero non essere soddisfacenti. Così come per un Return Loss di -12 -13db può comportare dei rpoblemi.

Quale strumento di misura sati usando?

Verificare che sia stato calibrato correttamente e che gli adattatori e i connettori siano di buona qualità. Un adattatore mal abbinato invaliderà i risultati.

Wattmetro passante?

Questi dispositivi sono economici e quindi più comuni ma possono essere inaccurati, in particolare se è presente più di una fonte di RF. I tecnici che li usano ti diranno con impazienza quanti Watt di potenza vengono riflessi sul trasmettitore ma spesso non conoscono l’effettivo disadattamento. La misurazione della potenza diretta è necessaria per calcolare il corretto valore di VSWR o Return Loss. Questo può essere complicato perché alcuni trasmettitori hanno un circuito di protezione dello stadio di uscita che riduce la potenza in condizioni di elevata riflessione.

Network analyzer/Spectrum analyzer più tracking generator?

Questi strumenti  producono risultati più accurati e significativi ma non sottopongono l’antenna alla massima potenza.

Hai eseguito la misurazione direttamente sul connettore dell'antenna?

Il tecnico potrebbe aver scelto di non eseguire questo test perché richiede di salire sulla torre. Questa procedura deve essere eseguita per eliminare l’effetto del cavo . Questi cavi potrebbero essere difettosi e causare il problema oppure assorbire la riflessione e quindi mascherare il problema.

Quale è la tua frequenza operativa?

Verificare se l’antenna che stai usando è per quella frequenza. Diversi metodi possono essere utilizzati per determinare la frequenza di un’antenna. Se il tecnico ha misurato la risposta dell’antenna, conoscerà la frequenza di lavoro.  Il tecnico può anche misurare la lunghezza fisica e anche se un metodo grezzo consente di stabilire in modo approssimativo su quale frequenza lavora. Se l’antenna è relativamente nuova e il codice del modello è noto, è possibile che la fabbrica abbia ancora la scheda tecnica del test di produzione che identificherà la sua frequenza in base al numero di serie.

Hai misurato l'antenna ben installata e libera da oggetti o fili metallici?

Il montaggio laterale troppo vicino a strutture metalliche o a una torre può far peggiorare le performances. La distanza necessaria tra l’antenna e qualsiasi altro oggetto metallico diminuisce all’aumentare della frequenza operativa. Si può considerare per antenne omnidirezionali distanze da eventuali parti metalliche indesiderate da 8/10 mt. per frquenze intorno a 100 MHz mentre a 900MHz può essere sufficiente anche solo 1mt. È molto importante che non ci siano funi metalliche vicine alle antenne, in alternativa consigliamo le corde Parafil.

Cosa misuri sul connettore usando un ohmmetro?

Alcune antenne hanno una protezione diretta contro i fulmini. Queste quindi si comportano come un cortocircuito tra il conduttore interno ed esterno del connettore, ma avranno la corretta impedenza di 50 Ohm se alimentate da RF. Vedere le note nelle specifiche del catalogo per determinare se il vostro modello di antenna deve misurare come circuito aperto oppure come corto circuito.

Hai l'opportunità di sostituire l'antenna eventualmente difettosa con una identica?

Se la nuova antenna funziona bene nelle stesse condizioni di montaggio, la prima antenna  è probabilmente difettosa. Se la nuova invece fornisce lo stesso cattivo risultato, è improbabile che il problema sia l’antenna. Forse il trasmettitore non funziona sulla frequenza prevista oppure il problema sta nel cavo di collegamento e non nell’antenna.

Da quanto tempo l'antenna è stata installata?

Potrebbe essere nuova e subito difettosa oppure aver funzionato bene per qualche tempo. È buona norma per i tecnici testare i prodotti  prima di trasportarli e installarli. Le garanzie del produttore coprono solo i difetti di fabbricazione, non i danni causati da un’installazione errata. Un esempio potrebbe essere il montaggio di un’antenna  capovolta. Ciò metterebbe il foro di scarico nella parte superiore dove potrebbe raccogliere acqua e causare il deterioramento del prodotto nel tempo. 

Il foro di scarico della condensa è aperto?

Questi fori sono posizionati nella parte inferiore dell’antenna per drenare l’umidità interna. L’ispezione periodica di queste aperture è a carico del proprietario. Devono rimanere liberi da detriti o insetti per impedire la corrosione da condensa interna. Tale danno può influire drasticamente sulle prestazioni e non è coperto da garanzia.

L'eventuale difetto si presenta con intermittenza?

È una buona idea scuotere l’antenna durante i test per assicurarsi che non vi siano contatti intermittenti. Certe cattive connessioni possono generare prodotti di intermodulazione RF. L’acqua che penetra nell’antenna può provocare intermittenze elettriche che si attenuano quando l’antenna si asciuga.

Qualche nota:

La giusta impedenza è solo un indicatore della qualità dell’antenna. VSWR ci dice quanto l’impedenza del prodotto corrisponda (assorbe) il segnale di un trasmettitore ed è facile da misurare sul campo. Sfortunatamente questo paramentro non ci dice nulla sull’efficienza di un’antenna (quanto bene irradia il segnale). Questa misurazione (diagramma di radiazione di un’antenna) è più difficile da eseguire sul campo. Di solito, la sostituzione con un’unità identica di qualità nota è il metodo migliore quando si sospetta di un prodotto difettoso. Il VSWR accettabile per una antenna è 1,5: 1. Sebbene alcuni tecnici possano indicare un valore minimo accettabile di 1,3: 1, c’è solo un minuscolo miglioramento. Ad esempio, con un rapporto di 1,5: 1, il 4,0% della potenza viene riflesso, creando una perdita di 0,18 dB. Con un rapporto di 1,3: 1, l’1,7% viene riflesso con conseguente perdita di 0,07 dB. Il miglioramento delle prestazioni è solo di 0,11 dB. È una buona idea documentare le prestazioni al momento dell’installazione. Questo di solito viene fatto scegliendo un sito remoto e misurando il livello del segnale ricevuto dal trasmettitore. Misurazioni periodiche nella stessa posizione rivelano la quantità di qualsiasi degrado, quindi è possibile intraprendere azioni correttive.